Incontri svedesi e vitamina D

Ho passato ore sul mio blog e nei discorsi a scrivere e disprezzare la conoscenza/coscienza alimentare che gli svedesi hanno del cibo, ed il basso rispetto che hanno verso il cibo dato che prendo sempre molto cibo nel piatto e poi lo buttano. Nonostante questo, inizio a trovare coincidenze sulle abitudini alimentari, e con questo intendo non come mangiano ma cosa. Latte sempre e ovunque. Carne, salmone e cereali. Mi sto preparando per l’inverno svedese. Per lo spaventoso buio che ci aspetta e al quale sono più che preparata ora (o almeno credo…si lo sono dai!) mi sto informando sui vari alimenti che effettivamente sono fonte di vitamina d e tra questi ci sono salmone, uova, latte, burro e cereali. Insomma tutte cose che nella dieta nordica sono più che comuni (uno svedese medio beve tre bicchieri di latte al giorno!), e io cerco di mangiare come loro alla ricerca della famosa vitamina d! Tra le tante cose…ho appena finito di preparare una decina di contenitori con cibo che ho surgelato e riscalderò all’università.

Oggi durante la lezione di comunicazione interculturale ho avuto un fortissimo mal di testa. Sarà il clima molto incerto, il freddo che arriva, l’umidità di prima mattina, la stanchezza o il pranzo troppo pesante…in ogni caso una delle ragazze cinesi nel mio corso decide di mettermi le dita sulle tempie spingendo come se mi volesse infilare la bacchetta di Silente nella testa…spinge le dita e fa un dolore cane…poi mi chiede: “ti senti meglio ora!?”. Io completamente scioccata rispondo con un tono felicissimo della serie “È un rimedio tradizionale cinese vero!!!?” e lei tutta contenta risponde “si! Puoi farlo anche te a casa se vuoi!”. Insomma, il dolore ovviamente si è assentato per qualche minuto perché mi aveva praticamente fracassato la testa ma…be intercultural!

Ma ora passiamo al tema più importante di questo post. Avevo sentito gente dire che le riunioni di lavoro svedesi possono durare ore ed essere estremi per chi non è abituato, ma anche per gli svedesi anche se con meno controindicazioni psicologiche. Vi racconterò la cosa…facendo parte del coro femminile dell’università, ieri c´è stato un incontro di metà anno per votare alcuni membri del consiglio (dato che siamo una delle tante associazioni universitarie studentesche), il presidente, ed approvare un piano contro la discriminazione dei membri nel coro. Insomma, iniziato alle 5 di pomeriggio e finito alle 10 di sera. Shock culturale again! Arrivati alla questione del piano di discriminazione una ragazza interviene parlando senza interruzione, dicendo che per lei non era un buon piano. Nessuno si azzarda ad intervenire, interrompere, dire che sta parlando troppo ecc…ma tutti abbiamo capito dalla prima parola che la ragazza ha detto che la questione si sarebbe prolungata a lungo…ok ma quanto a lungo? Due ore tra discussioni (perché poi piano piano le timide svedesi hanno iniziato ad alzare le mani senza sosta e dire la loro, perché dopo tutto è un paese democratico) e decisione di votare il piano. La votazione sembra una cosa facile e veloce non è vero? Non in Svezia…si deve decidere come votare e soprattutto farlo, prendere la decisione! Questo ha preso circa una mezz’ora tra le due ore che in Italia si sarebbero evitate. Sono arrivata a casa sconvolta, anche perché durante la riunione nessuno si azzardava a dimostrare un minimo di sconforto, o almeno non all’italiana…mentre io ero l’unica che sbuffava di nascosto, o faceva facce strane…e io sono abbastanza abituata all calma svedese ed alle differenze culturali, quindi immaginate come è stato stressante l’incontro di ieri!!! Inizio a pensare che gli svedesi fanno riunioni solo per fare fika! E alla fine…dato che anche la presidente che voleva assolutamente lasciare l’incarico ieri doveva assolutamente essere sostituita…e ovviamente nessuno voleva prendersi quest’incarico…si sono aggiunte altre attese interminabili (gente che chiamava gente per chiedere se volevano prendersi l’incarico etc…); se una ragazza non si fosse fatta avanti credo che la possibilità di rimanere fino alle 8.00 di mattina sarebbe stata forte!

Ma la cosa divertente di ieri è stata il rituale di iniziazione dei nuovi membri del coro. Il coro si chiama Söt Likör (liquore dolce) e quindi noi ragazze nuove ci siamo dovute mettere in piedi in mezzo a tutti i tavoli messi ad u con un bicchierino di Baileys in mano, ci siamo presentate dicendo un ricordo che abbiamo legato alla musica. Le “vecchie” hanno cantato la canzone del coro e alla fine abbiamo bevuto il liquore…davvero divertente devo dire!

Sabato prossimo sono stata invitata ad una cena cucinata dalle ragazze cinesi al campus. Sabato avrò ricevuto dalla mia famiglia ospitante una bicicletta che non usano più, o meglio che non hanno mai usato e che gli è stata regalata dalla vicina quasi novantenne…insomma, una bici degli anni ’70! In ogni caso la bici rende le cose molto più facili, veloci e divertenti, soprattutto quando fa buio alle 16.00 e devo studiare all’università fino a tardi…

Ho l’esame di comunicazione interculturale tra 22 giorni, mi trasferisco tra 8.

Continuo a ripeterlo, consigli per affrontare il buio inverno? Avere una routine, mangiare salutare, giusto e poco, fare sport, uscire quando c´è luce e soprattutto quando c´è il sole! Credo che sto ripetendo questi consigli per me stessa…come un karma…

Vi ricordate il progetto delle Nazioni Unite diretto da EmpowerWomen di cui vi avevo parlato nel post precedente ? Mi hanno mandato una mail con scritto che venerdì ci sarà la prima conferenza online per dare via al progetto e che posso partecipare al primo mese di selezione. Non so quanta gente è arrivata a questo punto ma sono comunque molto soddisfatta! Domani, dato che faccio parte del coro, trascorrerò metà giornata fuori dall’aula magna insieme alle altre coriste per fare pubblicità alla nostra associazione…

Ora inizio a prepararmi per andare a dormire…a presto!

 

One thought on “Incontri svedesi e vitamina D

  1. Pingback: Di candele, neve sciolta e calendari doodle | My North Way to Sweden

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...